Una città più pulita con i contenitori per deiezioni canine.

Una città più pulita con i contenitori per deiezioni canine.

Negli ultimi anni un problema ha cominciato a rendersi evidente nelle città più grandi: le deiezioni canine. Raccogliere gli escrementi dei propri animali non è solo una questione di rispetto verso il prossimo, ma anche di igiene.

Non bisogna sottovalutare il pericolo che gli escrementi canini rappresentano per la salute umana e degli altri animali. Infatti se lasciati sul terreno non si decompongono se non dopo settimane: nel frattempo, però, faranno danni alla flora con cui sono entrati in contatto. In più, in caso di precipitazioni, la pioggia li laverà via, trasportandoli fino all’impianto fognario. Da dove, poi, andranno a inquinare fiumi, laghi e mari con batteri estremamente pericolosi.

L’abitudine di lasciare gli escrementi canini per terra può avere, quindi, gravi conseguenze per tutti. Per contrastarle è necessario che i padroni siano educati a raccogliere le feci dei propri animali.

Proprio a questo scopo servono i contenitori per deiezioni canine che, lentamente, stanno cominciando ad abitare i parchi e giardini per cani di tutte le città.

Un incoraggiamento, quindi, ai padroni che non hanno ancora preso l’abitudine di raccogliere le deiezioni dei propri cani. Nonostante nella maggioranza delle città siano state emanate ordinanze che impongono obbligatoriamente ai proprietari di portare sempre con sé paletta e sacchetto per raccogliere gli escrementi degli animali ci sono ancora molti recidivi. Il mancato adempimento di questo compito, però, ha delle conseguenze: multe che, a seconda della zona, possono essere anche molto salate.

I contenitori per deiezioni canine sono a tutti gli effetti degli elementi dell’arredo urbano, anche se può sembrare strano chiamarli così. L’arredo urbano, infatti, non serve solo a rendere le città più piacevoli esteticamente, ma anche a tenerle pulite e vivibili in ogni senso del termine.

Per debellare il fenomeno, quindi, molte città si sono attrezzate installando dei contenitori per deiezioni canine nella aree più frequentate dagli amici a quattro zampe.

Per scegliere quello giusto a seconda della zona si devono considerare i fattori principali: dimensioni, capacità e metodo di fissaggio.

I contenitori quindi possono essere diversi tra loro: esistono quelli che hanno la semplice funzione di raccogliere i rifiuti e i cestini che incorporano anche un distributore di sacchetti igienici, per i padroni più smemorati. Sono anche disponibili solo i distributori di sacchetti, che è comunque meglio posizionare dove ci sono già dei contenitori per deiezioni per facilitare la vita ai padroni di cani.

È facile distinguerli: solitamente hanno una forma più squadrata del cestini normali, per evitare che si faccia confusione, ed hanno una piccola apertura per gettare gli escrementi, in modo che non si diffondano troppo gli odori sgradevoli. Poi c’è un’ulteriore divisione a seconda di come si presentano: possono essere fissati al terreno tramite un palo o al muro.

Infine ha la sua importanza anche la scelta dei sacchetto: non basta sceglierne uno a caso, ma bisogna assicurarsi che sia completamente biodegradabile e compostabile, in modo da favorire lo smaltimento.

Solo seguendo queste indicazioni si riuscirà ad ottenere il massimo dai contenitori per deiezioni canine ed aiutare realmente la salute e il decoro pubblico.