Sedie sala conferenza: come sceglierle?

Sedie sala conferenza: come sceglierle?

Quando si riunisce una moltitudine di persone in una sala conferenza ci sono molti fattori da considerare prima di scegliere l’arredamento, in particolare le sedie: comodità, resistenza, funzionalità, design, colore, come verranno disposte… il tutto messo in relazione ad un determinato budget.

Le sedie sala conferenza hanno un arduo compito: aiutare a tenere alta l’attenzione e allo stesso tempo essere comode, ma non troppo, altrimenti si rischia che chi si siede ne approfitti per fare un pisolino. E non solo per qualche ora, ma spesso per intere giornate! È quindi necessario che promuovano una corretta postura perchè si sa, il malessere fisico non aiuta di certo la concentrazione e la produttività!

In più devono essere in linea con lo stile e i colori della sala: non avrebbe senso usare delle sedie in plastica in una sala conferenza opulenta.

Un’ultima questione che spesso non viene considerata ma che, invece, è molto importante è il rispetto delle norme antincendio. In molti edifici pubblici infatti è richiesto l’uso di sedie realizzate in materiale ignifugo, quindi è sempre meglio controllare la normativa ministeriale e poi, da lì, effettuare una scelta tenendo conto di questo particolare.

Come fare, quindi, per scegliere le sedie sala conferenza perfette?

Prima di tutto bisogna conoscere la grande varietà di sedie disponibili sul mercato, con tutti i loro pro e contro.

Se nella sala conferenza sarà necessario prendere spesso appunti allora la scelta migliore sono le sedie con la tavoletta scrittoio. Ancora meglio se hanno la versione ribaltina, in modo da poter essere spostate facilmente quando non si scrive o quando è necessario muoversi fra le file.

Se invece la sala conferenza è usata anche per altri scopi per i quali non servono sedie è meglio scegliere delle sedute impilabili. Così non saranno tra i piedi durante le varie attività che richiedono uno spazio vuoto, ma incastrate perfettamente tra loro in un angolo della sala.

Quando, invece, le sedie devono rimanere al loro posto e si ha bisogno di tenere in ordine facilmente tutta la sala, un’alternativa al dover rimettere a posto ogni volta è sceglierle con i ganci incorporati ai lati. Così si possono agganciare in file e far sì che, alla fine della giornata, basti raddrizzarne solo un paio anziché tutte.

Nel caso in cui, al contrario, al posto della funzionalità è il bisogno di comfort a vincere?

Quando, ad esempio, all’interno della sala conferenza si svolgono spesso eventi di lunga durata bisogna considerare la necessità di dover riposare le braccia. L’unico modo è quello di scegliere delle sedie con i braccioli: per capirne l’importanza basta immaginare come sarebbe andare al cinema e guardare un film senza poter poggiare le braccia. Garantiscono inoltre il rispetto dello spazio personale di ogni singola persona, perché i braccioli costituiscono un chiaro limite oltre il quale, di solito, non si osa andare.

Oltre alle braccia, però, se si sta a lungo seduti c’è bisogno di riposare tutto il corpo, provato dalle lunghe ore passate sedute e dalla fatica mentale. Perchè non provare, quindi, delle sedie imbottite? Il comfort del pubblico è assicurato, così come la loro attenzione! Le sedie imbottite oltre ad essere molte più comode ed eleganti di quelle di plastica, però, sono anche più difficili da pulire e meno resistenti.

Insomma, c’è una sedia per ogni sala conferenza: basta avere bene in mente quello che si vuole!