Chiudiporta: guida all'acquisto

 

I chiudiporta garantiscono che le porte su cui vengono fissati si richiudano dopo la loro apertura. Questo comporta che dal loro impiego ne derivino una serie di benefici.

Scopriamo insieme perché usarli e come sceglierli.

 

 

 

 

Le esigenze che possono soddisfare sono diverse:

1) Sicurezza: quante volte sarà capitato chiudiportadi ritornare a casa e trovare il portoncino aperto? o di trovare cartelli dei condomini con scritte "Si prega di chiudere la porta"? In effetti, tenere la porta di casa o il portone di ingresso del proprio condominio sempre chiusi ci tutela da intrusioni indesiderate, come potenziali ladri o truffatori o più semplicemente da venditori porta a porta.

 

2) Rispetto della normativa antincendio  EN1154 : le porte tagliafuoco/uscite di emergenza devono essere tutte dotate di chiudiporta, ma è vietato l'uso di chiudiporta con fermi che servono a bloccare la porta per lasciarla sempre aperta. Perchè? è semplice: i chiudiporta garantiscono che le porte antincendio si chiudano alle spalle delle persone in fuga, così in caso di incendio, il fuoco non si propagherà in altri ambienti, ma resterà più circoscritto.

 

 

chiudiporta dorma m-h05093) Riduzione della dispersione termica: nei luoghi di continuo via vai di persone, come locali, ristoranti, bar, negozi, ect... la porta resta molto spesso, se non sempre, aperta. Questo comporta che il riscaldamento d'inverno e l'aria condizionata d'estate vadano in buona parte dispersi comportando un maggior costo per la climatizzazione dell'ambiente. Tuttavia, in alcuni casi, come un momento di particolare affluenza dei clienti, potrebbe però essere utile bloccare la porta per lasciarla sempre aperta. Se c'è questa necessità, basta ricorrere a chiudiporta dotati di fermi.

4) Comfort per il cliente: ci sono alcune situazioni in cui il cliente è infastidito da porte che restano aperte, ad esempio quelle di accesso all’esterno a causa delle fastidiose ondate di aria fredda d’inverno e di caldo d’estate oppure nell’area bagni dove è importante avere il massimo della privacy da sguardi indiscreti di passanti. In tutte queste e altre situazioni, il problema si risolve con i chiudiporta.

chiudiporta-pignone-dorma-ts685) La loro funzione non è solo di chiudere la porta perfettamente, ma anche evitare che la porta sbatta per eliminare rumori molesti durante ore notturne o di riposo. Questo è possibile grazie alla regolazione della velocità di chiusura che viene ridotta negli ultimi 15° gradi prima della chiusura.

Inoltre è regolabile anche la velocità di apertura per agevolarne persone anziane o disabili che con un piccola spinta possono aprire la porta oppure per evitare che in caso di correnti d’aria, la porta possa sbattere contro il muro.

Ma come si stabilisce la velocità? In realtà, non è semplice poiché bisogna tenere conto del peso della porta, della massa d’aria che agisce sulla porta e della temperatura.

Come scegliere il chiudiporta giusto?

Per quanto riguarda i modelli disponibili sul mercato, ne esistono diversi:  

 

chiudi porta-aereo-dorma-ts90aerodinamici: posizionati nella parte alta della porta, e per scegliere il modello giusto bisogna considerare il peso e la grandezza della porta

a scomparsa: collocati all’interno della porta quindi non sono visibili dall’esterno

a pavimento: fissati a terra

La tipologia più diffusa è quello aerodinamico, ma da un punto di vista puramente estetico, ovviamente è preferibile quello meno visibile e quindi il modello incorporato nella porta che però è anche quello più costoso. Esistono poi chiudiporta per anta singola o doppia.

Sul www.holity.com troverai un ampia scelta di modelli e marche tra le quali Dorma e GU.

Lascia un Commento